Il gelato buono come una volta…un po’ di storia!

0 Comment
1135 Views

Il gelato è un alimento antico. Molto antico. Se ne parla addirittura nella Bibbia, quando Isacco offre ad Abramo neve mescolata a latte di capra, così che il padre possa rinfrescarsi. Sembra che anche Alessandro Magno, durante le spedizioni militari si portasse dietro neve da combinare con frutta e miele. Lo stesso tipo di gelato si consumava nell’Antica Roma, in età imperiale; per le cosiddette nivatae potiones, di cui si tramandano le ricette, si faceva arrivare la neve dai luoghi freddi e questo tipo sorbetto veniva servito nelle Thermophilia e nei palazzi imperiali. Cleopatra preferiva una specie di granita, preparata con ghiaccio e frutta. Siccome non era regina a caso e la manodopera per lei non era certo un problema, il ghiaccio se lo procurava facendo gelare l’acqua nelle brocche a colpi di ventaglio!
Sembra che l’imperatore Nerone fosse un gran goloso di gelato tanto da essere il primo ad introdurlo ufficialmente in un banchetto. Nel 62 d. C. stupì i suoi invitati facendo servire una bevanda a base di neve, frutta tritata e miele. Per questa preparazione l’imperatore faceva arrivare la neve dalle pendici del monte Terminillo, dal Vesuvio o dall’Etna. Il vulcano siciliano è stata per secoli la “fabbrica del freddo” che riforniva di ghiaccio l’Italia e Malta.
Oggi i nostri gelatai non devono tribolare tanto per assicurarsi le giuste temperature di congelazione e una scorta di ghiaccio, ma il procedimento non è cambiato poi molto: mescolare buone materie prime di base come latte, zucchero, frutta, uova, nocciola e raffreddare!


Il gelato…hanno detto di lui

La nostra gelateria condivide con convinzione questa solare filosofia: “Non...

“I scream, you scream, we all scream for ice cream” ovvero Gelato e cinema

Prodotto tutto italiano il gelato viene celebrato in moltissimi film....